LEZIONI DI EMOZIONI

Per bambini 11-14 anni e genitori

Considerate le premesse ed i fattori di rischio e protezione che ogni genitore o professore può riscontrare nella relazione con un ragazzo alle prese con la pre-adolescenza, il progetto proposto vuole promuovere un ciclo di incontri all’interno delle classi della scuola secondaria di primo grado sui temi dell’alfabetizzazione emotiva, al fine di sensibilizzare i ragazzi e avvicinarli al loro alfabeto emozionale, come l’insieme di quelle capacità interpersonali e intrapersonali essenziali già da molto piccoli. Queste capacità saranno gli strumenti necessari per far fronte ai cambiamenti di questa fase dello sviluppo.
A questo proposito il progetto prevede incontri strutturati in modo da sostenere e contenere emotivamente, stimolando la capacità di lavorare insieme, confrontarsi e fare affidamento sul gruppo. Inoltre vengono affrontate le delicate tematiche della crescita in un clima che evidenzia l’importanza della sfera emotiva ed affettiva sostenendo il rispetto reciproco e verso l’altro.
Gli adulti a loro volta dovrebbero esercitare un ruolo attivo nella comprensione e nella gestione dei loro sentimenti ed essere i primi ad interfacciarsi con un approccio in cui si evidenzia la loro personale sfera emotiva. Anche l’adulto ha un ruolo decisivo per l’accettazione di sé. Per questo motivo all’interno del progetto è prevista una parte di introduzione e restituzione rispetto alle tematiche proposte, a cui sono invitati a partecipare genitori ed insegnanti.

Lezioni di emozioni  è….

Considerate le premesse ed i fattori di rischio e protezione che ogni genitore o professore può riscontrare nella relazione con un ragazzo alle prese con la pre-adolescenza, il progetto proposto vuole promuovere un ciclo di incontri all’interno delle classi della scuola secondaria di primo grado sui temi dell’alfabetizzazione emotiva, al fine di sensibilizzare i ragazzi e avvicinarli al loro alfabeto emozionale, come l’insieme di quelle capacità interpersonali e intrapersonali essenziali già da molto piccoli. Queste capacità saranno gli strumenti necessari per far fronte ai cambiamenti di questa fase dello sviluppo.
A questo proposito il progetto prevede incontri strutturati in modo da sostenere e contenere emotivamente, stimolando la capacità di lavorare insieme, confrontarsi e fare affidamento sul gruppo. Inoltre vengono affrontate le delicate tematiche della crescita in un clima che evidenzia l’importanza della sfera emotiva ed affettiva sostenendo il rispetto reciproco e verso l’altro.
Gli adulti a loro volta dovrebbero esercitare un ruolo attivo nella comprensione e nella gestione dei loro sentimenti ed essere i primi ad interfacciarsi con un approccio in cui si evidenzia la loro personale sfera emotiva. Anche l’adulto ha un ruolo decisivo per l’accettazione di sé. Per questo motivo all’interno del progetto è prevista una parte di introduzione e restituzione rispetto alle tematiche proposte, a cui sono invitati a partecipare genitori ed insegnanti.

Benefici in futuro sono…

  • Ragazzi:

    • aumentare la conoscenza e la consapevolezza di sé nel gruppo classe
    • conoscere ed acquisire consapevolezza rispetto al periodo evolutivo della pubertà nelle emozioni e nel cambiamento corporeo
    • confrontarsi sull’idea di affettività che i ragazzi stanno costruendo
    • comprendere e conoscere la procreazione ripercorrendo la loro storia

     

    Adulti (genitori e insegnanti):

    • Acquisire le competenze basilari dell’intelligenza emotiva.
    • Avvicinarsi al mondo emotivo dei ragazzi per aiutarli a decifrare le loro emozioni

Come funziona?

Il progetto utilizza il costrutto di intelligenza emotiva promosso da Goleman. La metodologia d’intervento è articolata attorno ai concetti di SOGGETTIVITÀ, ESPERIENZA e GIOCO.

È richiesta una partecipazione attiva per mettere a fuoco e padroneggiare conflitti e desideri attraverso il gioco, per poterli simbolizzare.

 

Il progetto prevede:

  • incontro plenario di presentazione rivolto ai genitori e agli insegnanti (2 ore)
  • lavoro all’interno delle classi (4/5 incontri da 2 ore per ogni classe)
  • incontro conclusivo di rimando rivolto ai genitori e agli insegnanti (2 ore)

Chi sono figure coinvolte?

Psicologo/a, bambini, genitori, insegnanti.

× Contattaci su WhatsApp